NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Menù Principale

 

Sezione Notizie

Approfondimenti, notizie e curiosità, su temi a noi vicini
Visti e raccontati con i nostri occhi

Come intercettare i nuovi clienti online per poi invitarli al negozio fisico? Come mantenere i più affezionati, anche quelli che hanno modificato le abitudini di acquisto? La concorrenza digitale, si sta facendo sempre più serrata. 

Un ruolo centrale, in tutto ciò, assume il local marketing, l’insieme di tecniche di comunicazione e promozione che permettono la geolocalizzazione di un’azienda. 

A quale pubblico fa riferimento? 
Quello circoscritto in una precisa area geografica, un raggio che a seguito dell’emergenza sanitaria si è notevolmente ridotto, fino a far assumere al local marketing i connotati di marketing a chilometro zero. Ma che con la riapertura si amplia, comprendendo anche altre categorie, come le persone di passaggio, i turisti ecc. 

Il local marketing tende alla promozione online di un’azienda locale e alla costruzione della brand awareness, cioè la conoscenza di un marchio, in un’area precisa. Nuovi clienti, realmente interessati a un bene o a un servizio, in questo modo, scoprono di avere sul proprio territorio proprio quello che stavano cercando.

Per un negozio farsi trovare vuol dire mettere a punto, per prima cosa, la scheda Google My Business, uno strumento fondamentale per far sapere agli utenti che vivono nella stessa zona o nelle vicinanze (o di passaggio) che un’attività offre prodotti e servizi di un certo tipo. Ma da sola potrebbe non bastare, la soluzione è sempre pensare in chiave strategica, creando un piano integrato che unisca più strumenti capaci di ottenere risultati mirati e visibili. 

Infatti il passo successivo potrebbe essere quello di creare un sito web ottimizzato per mobile e in ottica SEO, e una strategia di social media marketing e adv. Dopo Google, gli utenti usano Facebook, Instagram o Tripadvisor per trovare aziende, prodotti, servizi e negozi. Curare con attenzione la presenza di un negozio sui social vuol dire creare una nuova relazione con il cliente, fornire informazioni e assistenza, dialogare con loro e creare un racconto attorno al prodotto, allo stesso tempo raccogliendo dati rilevanti sugli utenti interessati

La creazione e la cura di contenuti dedicati creano un contatto con il cliente, e in questo periodo particolare diventa fondamentale raccontare quello che avviene nel negozio fisico, non solo in termini diprodotti e servizi, ma anche da punto di vista della sicurezza e tutela della salute. 

‍⁠ ‍Il local marketing permette di avere un target molto più ampio? Certo che si!

Grazie a una buona strategia integrata e a vari strumenti, il local marketing consente di allargare il raggio d’azione a turisti⁠, persone che per varie ragioni frequentano una località ‍(ad esempio di lavoro), studenti fuori sede, nuovi arrivati in zona⁠.

Quindi il potenziale bacino d’utenza del local marketing è in continuo divenire. ‍⁠Il local marketing, infatti, permette ai piccoli business di intercettare anche le persone che frequentano una zona, pur non essendo residenti: come chi viaggia per lavoro, persone in visita a familiari, parenti e amici. ⁠ ‍⁠ ‍⁠

Potremmo affermare che in realtà il local marketing ha un glocal target!

 

Social

         

Indirizzo

Via G. Catalano, 4
Lecce LE 73100

Copyright

P.IVA: 04922070752
Copyright © 2019 CooBurn.
All rights reserved.