NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Menù Principale

 

Sezione Notizie

Approfondimenti, notizie e curiosità, su temi a noi vicini
Visti e raccontati con i nostri occhi

L’esperienza dell’utente è fondamentale! Per questo Google annuncia che il nuovo algoritmo terrà conto dell'esperienza dell'utente

“La mission della Ricerca Google è aiutare gli utenti a trovare i siti più pertinenti e di qualità sul Web. L'obiettivo di questi aggiornamenti è mettere in evidenza le esperienze migliori e far sì che gli utenti possano trovare le informazioni che cercano”.

Con questo intento, Google è pronto a lanciare il nuovo algoritmo.

L’esperienza dell’utente è fondamentale: arriva Google page experience update 2021

Il nuovo Google page experience update 2021 è in arrivo, l’aggiornamento dell’algoritmo diverrà operativo da maggio e porterà con se un’importante novità: l’esperienza dell’utente gioca un ruolo centrale nell’indicizzazione del sito web. La user experience nel corso della navigazione in pagina sarà un fattore di posizionamento in SERP.

ATTENZIONE: vietato trascurare la qualità dei contenuti.

Nell’annunciare la novità, infatti, il colosso di Mountain View precisa che anche la qualità dei contenuti continuerà a restare prioritaria.

SEO Copywriter, web master e web designer siete pronti per la “sfida”?

Il ruolo di questi professionisti sarà ancora più significativo (e noi di CooBurn lo sappiamo bene) nel valorizzare tutti quegli aspetti apprezzati dall’utente sia in termini di navigabilità del sito, sia in termini di qualità del contenuti e, di conseguenza, premiati dell’algoritmo.

Nel novembre 2020 Google ha annunciato dal suo blog ufficiale che tutto è pronto per il lancio di Google page experience update, fissando la data di lancio: maggio 2021.

Google ha anche annunciato che l’aggiornamento di Google page experience sarà lanciato con una nuova etichetta nei risultati di ricerca, ossia un indicatore visivo che mette in evidenza, nei risultati di ricerca, le pagine con un’esperienza eccellente.

I CORE WEB VITALS stabiliscono che tipo di esperienza offri.

Il Google update 2021 stabilisce che i principali segnali dell’esperienza in pagina sono i Core Web Vitals, un nuovo set di metriche delle prestazioni del sito. Queste ultime evidenziano gli aspetti dello sviluppo di pagine web che influiscono sulla user experience e sono:

  • Velocità di caricamento della pagina
  • Interattività
  • Stabilità visiva

Queste metriche si concentrano sul completamento di determinati eventi che influenzano l’aspetto visivo e interattivo al momento della loro verifica. Entriamo nello specifico dei segnali vitali di Google page experience che da maggio faranno parte dei fattori di ranking.

  • LPC (Largest Contentful Paint): l’intervallo di tempo tra l’inizio del caricamento di una pagina e il rendering completo dell’immagine o del blocco di testo più grande nel campo di visualizzazione dell’utente. È possibile che il punteggio cambi durante il caricamento della pagina e quando il contenuto è visibile. Per fornire un’ottima esperienza utente l’LPC dovrebbe verificarsi entro 2,5 secondi.
  • FID (First input delay): la quantità di tempo necessaria affinché una pagina sia pronta per l’interattività dell’utente, cioè sia pronta a ricevere click, scroll o input da tastiera. Il parametro di riferimento di un buon FID dovrebbe essere inferiore e ai 100 millisecondi.
  • CLS (Cumulative Layout Shift): la stabilità visiva, ossia la quantità di spostamento improvviso del contenuto visivo del layout della pagina è al pari dei primi due fattori, considerata come fondamentale per assicurare all’uyente una piacevole esperienza sul sito web. Un buon punteggio di CLS dovrebbe inferiore a 0,1.

I segnali di Google page experience non rappresentano un unico fattore di ranking, bensì ogni singolo elemento ha un peso specifico per l’algoritmo generale.

GLI ALTRI SEGNALI DI GOOGLE PAGE EXPERIENCE

Assieme ai Core Web Vitals, che sono i segnali principali, il Google update 2021 prevede altri segnali per misurare il livello di esperienza utente relativo a una pagina.

  • Mobile Friendly, cioè l’ottimizzazione per i dispositivi mobili, che è possibile misurare con il test di compatibilità (https://search.google.com/test/mobile-friendly).
  • Protocollo HTTPS, ossia se la pagina viene pubblicata attraverso il protocollo di sicurezza.
  • Safe browsing, la navigazione sicura, l’assenza di contenuti dannosi o ingannevoli.
  • No intrusive Interstitial, ossia il facile accesso dell’utente ai contenuti della pagina da dispositivi mobili, priva di annunci dal formato interstitial, (una schermata dal grande impatto che si visualizza prima del caricamento del contenuto editoriale, nel passaggio tra una sezione e l’altra)

Le prestazioni saranno valutate secondo 3 risultati:

  • buono;
  • miglioramenti necessari;
  • fallito.

EFFETTI DEL GOOGLE UPDATE 2021

Come riporta l’annuncio ufficiale del page exeprience update, l’implementazione dell’esperienza in pagina come fattori di ranking comporterà alcuni cambiamenti nella visualizzazione dei risultati di ricerca.

Google page experience avrà come conseguenza un cambiamento dei criteri di idoneità con cui sono selezionate le pagine nella sezione Top Stories (Notizie in evidenza) nelle SERP di Google e da dispositivi mobili.

Avere un pagina AMP (Accelerated Mobile Pages, cioè con alte prestazioni di navigazione da dispositivi mobili grazie alla costruzione di pagine più leggere e contenuti ben visibili) non sarà più un requisito per essere scelti come Top stories. La page experience sarà uno dei criteri per esseri classificati nelle Top Stories, mentre non cambia il prerequisito di soddisfare le norme sui contenuti di Google News.

COSA CAMBIA PER LE PAGINE AMP

Dunque, per i siti che adottano la tecnologia Accelereted Mobile Pages non cambia nulla, subiranno solo la competizione di più pagine. La buona notizia è che la tecnologia AMP funziona molto bene in termini di metriche di page experience, poiché è stata creata appositamente per il miglioramento di questi parametri.

I VANTAGGI PER LE IMPRESE

Con questo ulteriore aggiornamento all’algoritmo, Google invita i proprietari dei sito internet, sviluppatori e SEO Copywriter a considerare prevalentemente l’utente e l’esperienza che vive nel corso della navigazione.

L’ottimizzazione per questi fattori oggi più che mai deve essere al centro delle strategie aziendali, lo afferma Sowmya Subramanian‎, Director of Engineering for Search Ecosystem in Google.

Il segnale della page experience misurano come gli utenti percepiscono l’esperienza di interazione con una pagina web. L’ottimizzazione di questi fattori rende il web più piacevole per gli utenti su tutti i browser e su tutte le superfici; aiuta i siti ad evolversi nella direzione delle aspettative degli utenti sui dispositivi mobili. Tutto ciò contribuirà al successo del web aziendale, man mano che gli utenti saranno più coinvolti e potranno navigare, trovare info e contatti con meno difficoltà.

Questo vuol dire due cose:

  1. L’azienda, in fase di briefing, dovrà essere brava a comunicare ai sviluppatori il suo valore aggiunto e le sue caratteristiche;
  2. Gli sviluppatori, dal canto loro, dovranno essere “super yeah” nel creare un sito che sia accattivante e metta in risalto l’azienda e il suo operato, e che faccia sentire ciascun utente un capitano al timone della nave

 

Buono lavoro a tutti i nostri colleghi sviluppatori e buona navigazione a tutti gli utenti ;)

Social

         

Indirizzo

Via G. Catalano, 4
Lecce LE 73100

Copyright

P.IVA: 04922070752
Copyright © 2019 CooBurn.
All rights reserved.